B T H
Vestiti

5 colori nella storia della moda: scopri quali sono!

A I

Una storia d’amore, una vera amicizia, una bellissima canzone.
È sempre il momento che ci fa capire cosa sono veramente le cose bello e buono. Con l’eccezione del cibo che è più gustoso e più non regge la prova del tempo ma questa è un’altra storia calorica a calorie vuote!
Certamente invece, dopo qualche decennio, possiamo riconoscerlo colori chi ha fatto il storia della moda e che hanno influenzato l’intero sistema moda.

Scopri i 5 colori della storia della moda

IL ROSSO VALENTINO

Quale donna non vorrebbe un abito rosso Valentino?
La leggenda narra che Valentino Garavani si innamorò di questo colore durante uno spettacolo al teatro dell’opera di Barcellona. I personaggi che lo indossavano erano forti e maestosi. Valentino aveva ammirato le virtù di questo colore e il potere che poteva esercitare sulle persone. Così, alla sua prima sfilata di moda a Palazzo Pitti a Firenze nel 1962, il Valentino rosso ciò avrebbe caratterizzato tutta la sua carriera e la storia della maison.

A I2
colori della storia della moda

Valentino rosso: una tonalità di rosso molto brillante tra carminio, viola e rosso cadmio. // Credito fotografico: theluxonomist.es

IL “BLU” DEI JEANS

Si dice blu e pensiamo alla canzone di Modugno, al mare, al colore Pantone 2020 e inevitabilmente al denim. Oggi è diminuito in mille sfumature di colori ma quelle iconiche pantaloni brevettati il tipico colore blu-blu che ha fatto la storia prende il nome da Levi Strauss.

colori della storia della moda

Il tipico blu dei jeans // Credito fotografico: denimartistpp.wordpress.com

IL NERO DI CHANEL

È degli anni ’20, quindi per un secolo!, che il famoso vestitino nero di Chanel crea le basi della moda. Da allora, l’abito tubino nero è diventato universalmente riconosciuto come un pezzo chiave adatto per il giorno e la sera.

colori della storia della moda

LBD: Little Black Dress di Chanel // Photo credit: Vogue Paris

LA ROSA SCHIAPARELLI

Mentre Coco Chanel cercava un’eleganza sobria, stabilendo così, a sua insaputa, gli standard di gusto e raffinatezza che avrebbero influenzato i decenni successivi della storia della moda e dell’eleganza, Elsa Schiaparelli ha creato i suoi abiti eccentrici e fantasiosi, che hanno rotto tutti i tipi di convenzioni.
E la sua rosa shocking, che divenne famoso nel 1936, entrò nella storia della moda, del colore e della sua vita. “Un colore scioccante, puro e non diluito”, come leggiamo nella sua autobiografia Vita scioccante.

colori della storia della moda

Il rosa Schiaparelli // Credito fotografico: atticmag.com

L’ARANCIA DI HERMÈS

Il colore che caratterizza le scatole e le borse che contengono il lusso Hermès è il risultato del caso e, paradossalmente, del crisi. A causa della seconda guerra mondiale, l’assortimento di scatole e materiale di imballaggio era carente. I colori beige e neutri di solito utilizzati dalla casa francese non sono stati più trovati, quindi hanno dovuto adattarsi per acquistare l’unico materiale disponibile: scatole arancioni e nastri marroni. Ancora oggi, l’arancione è il colore che identifica maggiormente Hermès.

colori della storia della moda

Borsa e guanti Hermès, la pelletteria arancione // Photo Credit: womanwithdrive.com.au

E di che colore sei oggi?
Di che colore vorresti indossare nella storia della moda?

Tags

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker